DELL’AMBIENTE E DEL BENESSERE, I GIARDINI SUL GARDA

Si aprono per la prima volta al pubblico i magnifici parchi dell’ex colonia infantile «Miralago» e dell’hotel «Du Lac e du Parc». L’evento – legato all’importante mostra temporanea “Villino Campi: luogo dell’ambiente e del benessere” - si tiene in occasione della Giornata Nazionale dei Giardini Storici, domenica 3 giugno, promossa dal Garden Club Trento.

a cura di aT

Un patrimonio di verde storico che è simbolo della preziosità del lungolago di Riva del Garda, dove è possibile sperimentare l’effetto degli elementi della natura per il benessere e la cura della persona: acqua, aria, luce, colori, profumi.

Un tempo, Villino Campi era collegato al «Sanatorium von Hartungen», rinomato stabilimento di cura fondato nel 1889 dove si praticavano le cure idroterapiche, l’elioterapia, le «Terrainkuren», la dieta vegetariana, la psicoterapia, l’ipnosi. Nelle «capanne d’aria» il benessere veniva dalla ventilazione dell’Ora, il vento estivo del lago. Oggi Villino Campi è sede del Centro di valorizzazione scientifica del Garda, il cui obiettivo è stimolare una nuova coscienza ambientale, per sensibilizzare alle attuali emergenze del territorio, con particolare riferimento a quella dell'acqua.

Il parco della colonia «Miralago» offre interessanti scorci panoramici: un ampio prato, filari di olivi, siepi di bordura, fitti angoli boscosi con alberi secolari. La volta arborea è prevalentemente sempreverde, dominata da maestosi esemplari di cedri, magnolie e ippocastani, ovunque allori, tassi, bossi, palme cinesi, oleandri, lecci, ligustri, bossi e viburni. Degni di nota gli esemplari di sughera dalla caratteristica corteccia. E poi la fotinia, la palma di San Pietro, i gelsi (che documentano l’antica attività di allevamento del baco da seta), il pittoresco caco, le araucarie.

Il parco secolare dell’hotel «Du Lac» (il più grande resort del lago di Garda) si estende per 70 ettari. L’hotel «Du Lac» ed il suo parco, nel corso della loro lunga esistenza, hanno ospitato i più bei nomi dell’aristocrazia e dell’alta borghesia europea e mondiale. Tra le illustri presenze, quella del filosofo Friedrich Nietzsche il quale, in una lettera alla sorella Elisabeth, fa menzione dell’hotel «Du Lac» e del suo «giardino sempre verde, vicino al lago».

Nel 1900 lo scrittore Carlo Torresani scrive: «Due ruscelli o canali, tersi ed ampi, brulicanti di gamberi di fiume, lo percorrevano in tutta la sua lunghezza tra rive protette da muri in parte già in rovina e ricoperti da una ricca vegetazione che ne usciva dalle fenditure. [...] Alla mattina, in particolare, quando già da qualche tempo il sole si era posato sulle aiuole e aveva sciolto la rugiada, si veniva del tutto sopraffatti, aprendo le finestre, dal profumo di rose, gigli, garofani, giacinti, resede, glicini, misto ad effluvi di varie erbe aromatiche - lavanda, rosmarino, erba Luigia, timo, malva». 

Oggi il parco mantiene il suo aspetto lussureggiante, dominato da canali e laghetti con le rive adornate da essenze amanti l’umidità: erbe decorative, arbusti da fiore, alberi monumentali tra cui salici, pioppi, cipressi calvi. Le siepi a sud esprimono nella loro forma la forza del vento che spira dal lago: cipressi, mirti e ginepri di antico impianto. Interessanti e pregiate le conifere esotiche, tra le quali calocedri, tuie, pini, cipressi, sia dell’Arizona che mediterranei… I più spettacolari, per grandezza e portamento, sono i cipressi del Kashmir. Aiuole di rose, ericacee, ortensie allietano gli ospiti in tutte le stagioni. Anche la passeggiata del lungolago riserva interessanti sorprese all’osservatore attento: osmanti, aceri, platani, paulonie, ontani, sequoie, l’albero dei tulipani dalla spettacolare fioritura, il noce del Caucaso ampiamente ramificato, l’albero della canfora, la macchia di bambù con foglie dalle diverse screziature, molto ben accostate tra loro, il gingko femmina e quello maschio. Un ingente patrimonio di biodiversità vegetale possibile solo grazie al clima mite del lago di Garda e al contesto ambiente unico, che nella vegetazione spontanea presenta la macchia mediterranea più settentrionale del mondo. Questa straordinaria eredità è però fragile, e va dunque conosciuta e tutelata, con la consapevolezza delle emergenze climatiche e ambientali di oggi.

Per l’occasione sarà riproposta «Arie che curano», il teatro in riva al lago di «Teatro per caso», una lettura teatralizzata dell’ambiente del lungolago di Riva del Garda la cui prima è stata all’inaugurazione della mostra. I testi sono sia originali, creati per l’occasione, che di autori illustri che conobbero e apprezzarono questi luoghi. Ricerche letterarie, selezione dei testi e regia di Rosamaria Maino; ricerche musicali di Sara Maino; l’attrice è Marina Bonometti.

Viene presentata anche la mostra temporanea «L’acqua nell’orto», nel parco Miralago, davanti alla chiesetta. Percorso didattico a cura di Patrizia Sarcletti. Pannelli informativi propongono suggerimenti pratici per affrontare l’allarmante problema della scarsità idrica, anche nel proprio orto o giardino. Alcuni dei temi trattati: raccogliere l’acqua piovana, acqua come accumulatore di calore, acqua ambientale e vegetali, regole d’oro per innaffiare correttamente, realizzare un piccolo stagno, perché un rospo in giardino?

ORARIO VISITE

Le visite avvengono con guida e per gruppi, condotte da esperti di botanica e storia, con inizio ogni mezz’ora dalle ore 14 alle 17. La partenza è presso l’ingresso nord di Villino Campi per il parco della ex Colonia Miralago, e sulla passeggiata del lungolago per il parco dell’Hotel Du Lac et du Parc. Durata: un’ora circa per ognuno dei parchi.

Ingresso libero

INFORMAZIONI

telefono: 0464 556968 ▪ fax: 0464 555773 ▪ e-mail: villino.campi@provincia.tn.it

Villino Campi, Riva del Garda – Centro di valorizzazione scientifica del Garda

via Christoph von Hartungen, 4 – località «Sabbioni» 

ORARIO MOSTRA «Villino Campi: luogo dell’ambiente e del benessere»

► Fino al 13 maggio

martedì - venerdì : ore 10 -12 e 14 -16; sabato, domenica e festivi: ore 14 -18; lunedì chiuso.

Dal 19 maggio al 26 agosto

martedì - venerdì : ore 10 -12 e 14 -16; sabato, domenica e festivi: ore 17 - 20; lunedì chiuso.

Dal 28 agosto al 4 novembre

martedì - venerdì : ore 10 -12 e 14 -16; sabato, domenica, festivi e lunedì chiuso.

CALENDARIO

3 giugno, ore 14 –17.30

Giornata nazionale dei giardini storici, apertura con visite guidate dei parchi dell’hotel Du Lac et du Parc e dell’ex colonia Miralago

con Garden Club Trento

3 giugno, ore 18

«Arie che curano»

lettura teatralizzata, appositamente ideata

con Teatro per Caso

lungolago di Riva del Garda, nei pressi di Villino Campi

► Dal 3 giugno al 15 luglio

«L’acqua nell’orto»

mostra temporanea - percorso didattico a cura di Patrizia Sarcletti

Parco Miralago, davanti alla Chiesetta

25 maggio, 8 e 29 giugno, 13 e 27 luglio, 17 e 31 agosto, 7 e 21 settembre, ore 11

visite guidate

su prenotazione

attività estive, visite guidate per gruppi

per le scuole

visite guidate e nuovo progetto didattico «verde blu»

in ottobre

giornata di studio: «Qualità, ambientale e benessere, nella storia ed oggi»

 

inizio pagina   |    indietro