Durata
4 giorni
Località
Alto Garda e Val di Ledro
Pensato per
Escursionisti esperti

Un viaggio a piedi alla scoperta dell’Alto Garda e Ledro, dove clima mediterraneo e alpino si fondono nel raggio di pochi chilometri dando vita a un paesaggio speciale e sorprendente, protetto dalla Rete di Riserve Alpi Ledrensi e dalla Riserva della Biosfera Unesco Alpi Ledrensi e Judicaria.

Scenari mediterranei come i campi coltivati a ulivi si affiancano a panorami più tipicamente alpini come le bestie in alpeggio in estate e le malghe. Questo tema sarà il filo conduttore del nostro cammino, che ci porterà a vedere da vicino le tracce lasciate dall’uomo su questo territorio, testimoniate da alcuni luoghi simbolo come il sito archeologico di S. Martino e i camminamenti della Prima Guerra Mondiale. La particolare geologia dei monti che saliremo e gli aspetti naturalistici e faunistici renderenno questo viaggio a piedi ancora più interessante e ricco di spunti.

Sono previsti quattro giorni di cammino e tre pernottamenti. Visto il dislivello in salita previsto per ogni giornata – fino a 1000 m. – il trekking è pensato per escursionisti allenati.

Esperienza organizzabile ad hoc per gruppi. Per qualsiasi informazione contattateci al numero 348 0176732.

Ritrovo Ore 7.30 al porto San Nicolò di Riva del Garda, viale Rovereto 146
Cosa indossare Abbigliamento adeguato per escursioni in montagna
Cosa portare Tutto il necessario per un’escursione in montagna di più giorni (calzature da montagna, k-way/mantella antipioggia, giacca da montagna, borraccia, eventuali bastoncini, frontalino, abbigliamento di ricambio, un paio di guanti, un berretto per il riparo anche dal freddo, occhiali da sole, un ombrellino, cerotti per la prevenzione delle vesciche ai piedi, viveri, farmaci ad uso proprio)
Incluso
Organizzazione, guida, tre cene a menu fisso, tre pernottamenti e tre prime colazioni
Non incluso
Le spese personali, i pasti e gli puntini durante il cammino, le bevande e ogni altro extra sono a carico dei partecipanti + navetta per il rientro a Riva
Durata 4 giorni di cammino e 3 pernottamenti
Dislivello Per info su dislivelli e ore di cammino vedi la sezione “Programma”
Difficoltà Medio alta
Partecipanti Il gruppo sarà composto da un minimo di 3 e un massimo di 12 persone
In caso di maltempo In caso di forte maltempo annunciato l’esperienza verrà annullata e riproposta in altra data o rimborsata
Animali Non sono ammessi, purtroppo

 

Giorno 1:

dislivello in salita 1000.; ore di cammino 9. 30; km 26

Partendo da Riva del Garda, saliremo lungo il sentiero che porta ai Campi di Riva. Passeremo dal “Torrione” per raggiungere il paese di Campi di Riva e visitare il sito archeologico di San Martino. Successivamente scenderemo verso la Valle di Tenno, passando da Pranzo e Tenno, fino all’Agritur Calvola, dove ci fermeremo per la cena e il pernottamento. Una persona esperta ci parlerà del clima particolare di cui gode questa zona, che permette la coltivazione di piante e ortaggi del tutto inaspettati!

Giorno 2:

dislivello in salita 980m.; ore di cammino 7.30; km 23

Partenza la mattina presto da Calvola. Dopo la colazione ci dirigeremo verso il lago di Tenno, che stupirà per il colore azzurro intenso delle sue acque. Saliremo lungo il Sentiero della Regina e, attraverso i boschi, raggiungeremo il Monte Vender. Proseguiremo fino al Rifugio Pernici alla Bocca di Trat, dove ci ospiteranno per la cena e la notte. La sera è previsto un incontro informativo con una persona di grande esperienza, il veterinario Alessandro De Guelmi, che ci parlerà di ambiente, di orsi e di lupi, da alcuni anni tornati ad abitare questi luoghi.

Giorno 3:

dislivello in salita 550 m.; ore di cammino 8. 30; km 27

Dal rifugio Pernici saliremo al Monte Tofino (2.151 m.) lungo il sentiero di guerra che cento anni fa era parte della linea di resistenza tirolese. L’interesse storico di questa zona si somma a quello geologico e paesaggistico. A sud le Alpi degradano nelle Prealpi, mentre a nord si erge il massiccio dell’Adamello/Presanella. Da Tofino raggiungeremo Malga Nardis per poi scendere a Passo Ballino, dove pernotteremo presso l’Albergo ristorante da Lucio. In serata ci sarà occasione di parlare della storia del Trentino tra i secoli del Settecento, Ottocento e Novecento.

Giorno 4:

dislivello in salita 1000.; ore di cammino 9.30; km 31

Da Ballino saliremo al Monte Misone, eccezionale punto panoramico, per poi scendere al Rifugio San Pietro, Calvola e Gavazzo. Con una navetta faremo ritorno a Riva del Garda entro le 18.30.

Roberto_PanelattiSono Roberto Panelatti e sono nato a Tione nel 1960. Sono sposato con Antonella – di professione scultrice – e ho tre figli, Elena, Silvia e Lorenzo.

Mi ritengo un montanaro autoctono, appassionato del mio territorio, del quale continuo a cercare i privilegi e i limiti. Del montanaro penso di possedere alcuni pregi e quasi tutti i difetti, ne propongo una breve sintesi: la montagna è il mio habitat naturale; per quanto mi sforzo, temo di avere una visione limitata di quanto è successo e succede nel mondo; sono caparbio, almeno chi mi conosce tende a definirmi così; lavoro tanto e con entusiasmo; so trasmettere passione a chi viaggia con me; sono curioso e ciò mi facilita nel riconoscere l’anima autentica del luogo; ho il senso della responsabilità.

Sono interessato allo studio e alla narrazione del rapporto che lega l’uomo alla montagna, in particolare “all’alta montagna”, sia in chiave storica che contemporanea. Nella mia attività di Accompagnatore di Media Montagna cerco di proporre le evidenze – testimonianze orali, bibliografiche, emergenze territoriali – che legano un territorio ad un periodo o ad un evento storico particolare.

Ho sempre frequentato la montagna, maturando una buona esperienza escursionistica e, in passato, anche alpinistica. Ho fatto parte del Soccorso Alpino per più di 25 anni, quale Tecnico di Soccorso Alpino e Conduttore di Cane da Valanga.

Ho una discreta esperienza nell’organizzazione di viaggi a piedi di più giorni. Sono alla ricerca di persone che possano condividere le mie passioni, alle quali vorrei trasmettere quello che in questi primi 56 anni di vita ho imparato, e acquisire nuovi saperi da chi viaggia con me.

Il ritrovo è al porto San Nicolò di Riva del Garda, viale Rovereto 146

panorama_alto_garda_ledro
panorama_cammino_ledro_alto_garda
viaggio_a_piedi_monti_alto_garda