Durata
2 giorni
Località
Val di Cembra
Data
Da ven 2 a sab 3 giugno
Pensato per
Tutti

Trekking scientifico alla scoperta delle torbiere del Lac del Védes e del Lago di Valda, in alta Val di Cembra. Conosceremo l’ambiente che le caratterizza e le specie animali e vegetali che le abitano. Osserveremo da vicino le piante carnivore, che ricavano l’azoto necessario per vivere dai piccoli insetti catturati.

Insieme all’erpetologo Danio Miserocchi indagheremo il mondo affascinante delle torbiere, antichi laghi di origine glaciale oggi in stadio di evoluzione avanzato. Questi ambienti si formano grazie a un muschio, lo Sfagno, che anziché decomporsi si trasforma in una sostanza spugnosa e cresce andando a formare la torbiera. È una zona umida, habitat ideale per alcune piante molto particolari e difficili da trovare altrove in Italia e in Europa, che hanno dovuto adattarsi al terreno povero di elementi nutrienti.

Il territorio dell’alta Val di Cembra, protetto e valorizzato dalla Rete di riserve dell’Alta Valle di Cembra-Avisio, ospita due delle più grandi torbiere del Trentino, il Lac del Vèdes e il Lago di Valda.
Con un’area di circa 8 ettari, la torbiera del Lac del Védes si è originata dal riempimento di un’antica conca lacustre scavata nella roccia porfirica dai ghiacciai quaternari. Questa zona umida ospita associazioni vegetazionali esclusive della torbiera “alta”, una zona umida cioè in cui le particolari condizioni di crescita dei vegetali hanno portato alla formazione di un deposito di torba di forma lenticolare, con l’area centrale rilevata rispetto ai bordi. Qui troviamo ben 24 specie diverse di Sfagno.
Il Lago di Valda rappresenta invece un bell’esempio di occhio di torbiera. È una pozza residua circondata da un vasto aggallato, un vero e proprio tappeto di piante intrecciate che galleggia sull’acqua isolandone al di sotto una grande “bolla” (una sorta di “lago fossile”).

Lo straordinario interesse scientifico di questi ambienti è testimoniato dalla presenza di specie botaniche estremamente rare sul versante meridionale delle Alpi. Tra queste ricordiamo alcune piante insettivore, come Drosera rotundifolia, Drosera anglica, Drosera intermedia, ma anche specie caratteristiche dello stesso habitat quali Lepidotis inundata, Betula pubescens, Viola palustris, diverse specie del genere Carex.

L’esperienza potrà svolgersi anche in lingua INGLESE.

Ritrovo Ore 14.00 al Casel dei Masi, Maso Noldi 7, Grumes, Val di Cembra
Come arrivare Percorrere la S.S. 612 della Val di Cembra, al semaforo sopra l’abitato di Grumes si imbocca la strada che porta ai Masi Alti di Grumes fino al Casel dei Masi
Cosa indossare Abbigliamento comodo per escursioni in montagna, scarponi
Cosa portare Binocolo, impermeabile, fotocamera, borraccia, crema solare
Incluso
Organizzazione, guida scientifica, accompagnamento su sentiero, pensione completa al Casel dei Masi (cena, pernottamento, colazione e pranzo del sabato)
Non incluso
Tutto quanto non previsto sopra
Ore di cammino per entrambe le torbiere: circa un’ora e mezza per raggiungerle e un’altra ora e mezza a passo contemplativo per ammirarle
Dislivello 360 metri
Difficoltà Facile, ma prestando attenzione
In caso di maltempo Attività annullata in caso di forte maltempo annunciato
Bimbi e ragazzi? Sconti per ragazzi under 14. I bambini sotto i 5 anni non pagano.

Altre informazioni utili:

Per approfondire

Heiko Bellmann, Vita nei ruscelli e negli stagni. Piante e invertebrati, Rizzoli

Dalla Fior G., Risultati dell’analisi di pollini fossili in torbiere della Venezia Tridentina, 1933

Quaderni Habitat

Venerdì 2 giugno:
– ritrovo alle ore 14.00 al parcheggio del Casel dei Masi
– escursione fino al lago di Valda
– rientro nel tardo pomeriggio con cena e pernottamento al Casel dei Masi
Sabato 3 giugno:
– colazione verso le ore 8.00
– escursione al lac del Vedes
– ritorno e pranzo al Casel dei Masi

Danio_Miserocchi

Mi chiamo Danio Miserocchi, sono un erpetologo e la Natura è il mio stile di vita e il mio lavoro, che alterna ricerca a divulgazione. Laureato in Scienze Naturali con tesi specialistica in Erpetologia all’Università di Ferrara nel 2006, sono libero professionista e collaboro dal 2013 con il Museo delle Scienze di Trento. I miei interessi spaziano dagli animali, perlopiù quelli ignorati, alle piante palustri, e alla Natura in generale.

El casel dei masi, Anita e TeresaAl Casel dei Masi troverai ad accoglierti le due sorelle Anita e Teresa. Anita, dopo il diploma alla scuola alberghiera, ha conseguito una specializzazione in pasticceria e arti bianche. Teresa invece ha una piccola azienda agricola dove alleva capre, mucche, conigli e galline. Con metodi biologici coltiva mais e patate, che utilizza in cucina al Casel dei Masi. Sono assicurati ottimi piatti tipici fatti in casa con prodotti genuini!

Saremo ospiti del Casel dei Masi, perso nel verde della Rete di riserve dell’Alta Valle di Cembra-Avisio. Qui troveremo ad accoglierci le due sorelle Anita e Teresa. Anita, dopo il diploma alla scuola alberghiera, ha conseguito una specializzazione in pasticceria e arti bianche. Teresa invece conduce una piccola azienda agricola dove alleva capre, mucche, conigli e galline; con metodi biologici coltiva mais e patate, che utilizza in cucina al Casel dei Masi. Sono assicurati ottimi piatti tipici fatti in casa con prodotti genuini!

pianta_insettivora_Drosera_torbiere
torbiere-Lac-del-Vèdes
tritone-alpestre-torbiere-lac-dal-vedes
torbiere-cembra-Vedes
piante_insettivore_torbiere
gruppo-albero-picchio-nero