Durata
Mezza giornata
Località
Rifugio Pernici, Ledro
Pensato per
Tutti

Il naturalista Danio Miserocchi ti guiderà nell’attività del “treewatching”, tra i colori del bosco in autunno nei pressi del Rifugio Pernici, dove potrai poi gustare la tipica polenta di patate.

Osserverai il bosco ad occhio nudo e con il binocolo, identificando gli alberi a distanza per il colore del fogliame, posizione e quota, esposizione e portamento. Ci si sposterà cambiando habitat, nelle immediate vicinanze, osservando gli alberi nei dettagli e indagando le esigenze di ogni singola specie in fatto di habitat. Capirai come sia possibile farsi un’idea abbastanza precisa della storia e del tipo di luogo in cui ci si trova guardando gli alberi. Infine, la suggestione di antiche leggende arricchiranno questa esperienza, che non vuole essere puramente botanica. Anche perché, dopo il “treewatching”, ti accoglierà Marco al rifugio Nino Pernici, proponendoti un pranzo a base del piatto più tipico e gustoso della zona, la polenta di patate.

L’esperienza si svolge in un ambiente di pregio, sia dal punto di vista naturalistico che panoramico e paesaggistico. Siamo sulle montagne tra il lago di Garda e la Valle di Ledro, al centro del sito “Pichea-Rocchetta” che fa parte della “Rete di Riserve delle Alpi Ledrensi”. Nel 2015 questo territorio è entrato a far parte della “Riserva della Biosfera Unesco”, un riconoscimento importante che testimonia lo straordinario livello di biodiversità della zona. A caratterizzare il paesaggio ci sono i boschi di faggi e di abeti, i pascoli e le malghe, le mughete e le vette rocciose, dove vivono diverse specie animali tipiche dell’arco alpino. In autunno si può assistere allo straordinario spettacolo del passaggio degli uccelli, essendo questo uno dei più importanti punti di migrazione delle Alpi.

Esperienza organizzabile ad hoc per gruppi. Per qualsiasi informazione contattateci al numero 348 0176732.

Ritrovo Ore 9.30 al Rifugio Pernici in Val di Ledro
Come arrivare Dall’abitato di Lenzumo in val Concei si sale con l’auto lungo la strada verso il rifugio Pernici e Bocca di Trat fin quasi a Malga Trat. Si parcheggia e si sale a piedi fino al Rifugio Pernici (100 m. di dislivello, circa 30 minuti)
Cosa indossare Abbigliamento comodo per escursioni in montagna, scarponi
Cosa portare Fotocamera, taccuino, binocolo, borraccia, giacca a vento
Incluso
Organizzazione, guida dell’esperto naturalista, pranzo a base di polenta di patate al Rifugio Pernici
Non incluso
Bevande
Difficoltà Bassa
In caso di maltempo Attività annullata
Animali Ammessi al guinzaglio

Altre informazioni utili:

Specialità da gustare Polenta di patate

Danio_MiserocchiSono Danio Miserocchi e la Natura è il mio stile di vita e il mio lavoro, che alterna ricerca a divulgazione. Laureato in Scienze Naturali con tesi specialistica in Erpetologia all’Università di Ferrara nel 2006, sono libero professionista e collaboro dal 2013 con il Museo delle Scienze di Trento. I miei interessi spaziano dagli animali, perlopiù quelli ignorati, alle piante palustri, e alla Natura in generale. Faccio parte dell’Associazione Sky Islands, un team di ricercatori e divulgatori attivo a Trento nel campo dell’esplorazione e della ricerca naturalistica.

Costruito a 1600 m. di quota, il rifugio Nino Pernici è circondato da un ambiente di pregio, sia dal punto di vista naturalistico che panoramico e paesaggistico. Siamo sulle montagne tra il lago di Garda e la Valle di Ledro, al centro del sito “Pichea-Rocchetta” che fa parte della “Rete di Riserve delle Alpi Ledrensi”. Nel 2015 questo territorio è entrato a far parte della “Riserva della Biosfera Unesco”, un riconoscimento importante che testimonia lo straordinario livello di biodiversità della zona. A caratterizzare il paesaggio ci sono i boschi di faggi e di abeti, i pascoli e le malghe, le mughete e le vette rocciose, dove vivono diverse specie animali tipiche dell’arco alpino. In autunno si può assistere allo straordinario spettacolo del passaggio degli uccelli, essendo questo uno dei più importanti punti di migrazione delle Alpi.


Dall’abitato di Lenzumo in val Concei si sale con l’auto lungo la strada verso il rifugio Pernici e Bocca di Trat, fino a Malga Trat. Si parcheggia la macchina e si sale a piedi fino al Rifugio Pernici (50 m. di dislivello, circa 20 minuti).