Dentro la montagna

Esplora le più belle grotte trentine e conosci i suoi abitanti!

Gocce d’acqua, calcare e roccia costruiscono un mondo sotterraneo di grotte e caverne pieno di vita e di forme meravigliose.

L’incessante lavorio dell’acqua, che scava e deposita senza posa, da origine a paesaggi di stalattiti, stalagmiti e altre concrezioni dalle forme fantasiose che sembrano aver ispirato i più grandi artisti surrealisti del Novecento.

Regni nascosti dove l’assenza di luce, l’elevata umidità e la scarsità di risorse trofiche non ha impedito alla vita di svilupparsi: qui numerosi piccoli animaletti trovano il proprio habitat ideale o decidono, di tanto in tanto, di sfruttarne la freschezza per venirsi a riposare, primo tra tutti il chirottero.

Accompagnati dalla guida speleologica Renzo Gaiti e dalla naturalista Chiara Trevisin entriamo in alcune delle più sorprendenti grotte del Trentino, per conoscerne le caratteristiche e gli abitanti.

grotte-trentino-abisso-di-lamar

L’Abisso di Lamar è una grotta che discende al di sotto delle acque dell’omonimo lago e s’insinua dentro la montagna. Questa grotta raggiunge una profondità di – 380 m. dall’ingresso e si inserisce nel rilievo dei Dossi Alti, fra la Paganella e la Val d’Adige. L’abisso, di grande verticalità, è caratterizzato principalmente da salti collegati da brevi meandri. Il percorso, caratterizzato da passaggi tecnicamente semplici se affrontati con il supporto della guida, è ricco di meraviglie sotterranee estranee alla superficie.

grotta_bus_del_diaol_Dro_trentino

Il Bus del Diaol o Grotta del Patone è sicuramente, dal punto di vista storico, una delle grotte più interessanti del Trentino e una delle prime ad essere stata rilevata. La grotta presenta vari sifoni. L’avvicinamento si articola in un ripido ma breve sentiero che percorre una marcata valletta. Dall’ampio ingresso, quota 225 m.s.l.m., si discende in mezzo a grossi blocchi per arrivare, attraversando un restringimento, alla galleria principale. Si procede poi per salette caratterizzate da particolari concrezioni fino al sifone di sabbia principale oltre al quale l’ambiente diventa più ampio.

La grotta Cesare Battisti si apre, con vari ingressi, sul versante orientale della Paganella, nella parete del Becco di Corno, sopra la Val Trementina. La grotta si visita compiendo una traversata tramite due degli ingressi in parete. Dall’ingresso principale si scende con leggera pendenza verso la sala chiamata Duomo, la più imponente dell’intera cavità, per poi arrivare nella gallerie delle Trappole che, con una serie di salti, portano verso il Pozzo Carmen. Risalendo quest’ultimo e attraversando un condotto orizzontale di circa 200 m. si esce sulla cengia nord. L’uscita sulla cengia nord è particolarmente spettacolare poiché da essa si gode un panorama mozzafiato della Val Trementina. La traversata della cengia è particolarmente emozionante e prevede una breve ferrata di circa 300 m. su cavo metallico.

Grotta-Calgeron-trentino-grotte

La Grotta del Calgeron o G.B. Trener si trova alla destra orografica del fiume Brenta ed è raggiungibile in mezz’ora di cammino dalla strada che porta alla frazione Selva di Grigno. Il nome della grotta Calgeron deriva dalla presenza di fori cilindrici che assomigliano ad una “calgera”, una grande pentola di forma cilindrica. Tali fori si sono formati grazie al movimento vorticoso di grosse pietre trascinate dalla corrente; queste, essendo più dure della roccia circostante, riuscivano a scavare il suolo grazie al rapido movimento rotatorio. In alcuni casi, le pietre sono ancora visibili all’interno dei buchi che crearono. La Grotta si sviluppa per circa 3.600 metri e non si escludono possibili collegamenti con la vicina Grotta della Bigonda attualmente in esplorazione. Particolarità dell’accesso alla grotta è l’ausilio di un gommone per la presenza di due laghetti da attraversare.

Per qualsiasi informazione telefonare al numero 348.0176732 o scrivere a info@ambientetrentino.it

Costo Da 62 a 88 euro
Incluso
Organizzazione, escursione guidata dal naturalista, accompagnamento in sicurezza su sentiero, attrezzatura necessaria per grotta (caschetto, imbrago).
Durata Mezza giornata
Sconti Per i ragazzi tra i 10 e i 14 anni
Difficoltà
Medio/facile con supporto guida speleologica

Foto di Chiara Trevisin

Non è stato trovato nessun prodotto che combacia con la tua selezione.