Walking on the moon

Cammina di notte, ascoltando musica, in ambienti naturali d'eccezione

L'oscurità della notte addolcita dalla luce della luna piena, un paesaggio naturale da guardare con occhi inconsueti, la musica che risuona nelle orecchie: sono gli ingredienti principali di un'esperienza “musicambolica” insolita, dove tutto si amplifica per la particolare situazione che si sta vivendo.

Emanuele Quindici - ascoltatore assiduo di musiche e di silenzi – è l’ideatore del format dal titolo “Oscurarsi/illuminarsi”, che prevede dei percorsi notturni di ascolto di musica sito-specifica. Un ascolto sincronizzato individuale, con cuffie e dispositivi personali, ma vissuto collettivamente da un gruppo di persone che camminano insieme sotto la luna piena.

A fare da sfondo ci sono ambientazioni diverse ma ugualmente suggestive, alle quali sono associate musiche differenti pensate ad hoc in base al luogo che si sta attraversando.

castel-drena-marocche-dro-musica

Il biotopo delle Marocche di Dro. La luna piena sopra di noi e un’altra, immaginaria, sotto i nostri piedi: è il Biotopo Marocche di Dro, la più grande frana delle Alpi, uno scenario unico, quasi irreale, una montagna che si è sgretolata a valle, seppellendo, secondo le leggende, storie e villaggi. La nostra guida Alberto Stinghen, ci conduce per circa un’ora e venti dentro alla musica sito-specifica e dentro l’ambientazione naturale notturna, dove il buio diviene un “punto di non-vista”, dove l’abbandono alla musica e la fiducia completa verso chi ci precede in cordata suppliscono alla mancanza del pieno conforto visivo. Un’esperienza individuale, da vivere simultaneamente ai “compagni di cordata”, all’ascolto di una raffinata selezione di musica elettronica strumentale degli ultimi venti anni, con un’attenzione speciale al suono degli anni ’90.

Olivi_massone_arco_musica-sacra_di_notte

Dentro l’oliveto di Arco. A pochi giorni dalla Pasqua, un percorso notturno lungo il sentiero dell'oliveto di Arco, in compagnia della musica sacra tratta dalla Passione secondo Giovanni di J.S. Bach, tra le più belle che siano mai state scritte. L
'itinerario parte dall'oliveto di Arco, si sviluppa in zona Bosco Caproni sotto le pareti di arrampicata di S.Martino di Arco, passando dentro la zona delle cave di oolite, per poi fare ritorno all'oliveto.
L'opera, in tedesco, è un “oratorio”: si compone di corali, arie e recitativi, spesso intervallati da interventi del coro. Ai recitativi è affidato lo svolgimento narrativo della vicenda della Passione di Gesù Cristo. Le corali della Passione sono componimenti brevi. Le arie sono affidate a solisti, accompagnate da alcuni strumenti. Arie e corali hanno testi poetici semplici, che danno voce al sentimento nei confronti delle diverse situazioni narrative della vicenda, nel cui contesto si trovano inserite.

Calisio

Tra i boschi e le trincee del monte Calisio, sopra Trento. Il percorso parte da Civezzano (480 m. circa), lungo il sentiero SAT 403, il “Senter del lov”. Si addentra nelle trincee della Prima Guerra Mondiale sulle pendici del Calisio, dopo aver fiancheggiato alcuni manufatti militari. Il primo tratto ci fa immergere in un fitto bosco di pino, carpino e roverella. Il secondo tratto, più vario, spesso più aperto e meno ripido, ci porta fino a ciò che resta delle trincee del Calisio (638 m). Dopo aver costeggiato un vigneto, in una zona rocciosa bianca particolarmente evocativa, l'ingresso nello spazio aperto delle cave di Pila.
La musica è stata scelta nell’ambito contemporaneo, con “cortocircuiti” apparentemente inediti, ma in realtà assolutamente naturali.

Non è stato trovato nessun prodotto che combacia con la tua selezione.