Esperienze “musicamboliche” introspettive e spirituali

I partecipanti attraverseranno il buio affidando le proprie emozioni alla guida di Alberto Stinghen, che le condurrà per circa un’ora dentro alla musica “sito-specifica” e dentro l’ambientazione naturale notturna, dove il buio diviene un “punto di non-vista”, dove l’abbandono alla musica e la fiducia completa verso chi ci precede in cordata suppliscono alla mancanza del pieno conforto visivo.

La musica è scelta da Emanuele Quindici, e rappresenta di volta in volta una raffinata e colta selezione, legata al luogo e al momento, che racconta storie e luoghi.