Anna Sustersic e Filippo Zibordi raccontano l’orso in un libro patrocinato da Ambiente Trentino e pubblicato dall’editore Idea Montagna. Gli autori raccontano il tema della conservazione della fauna e della natura umana con linguaggio originale, sospeso tra opera narrativa e indagine giornalistica. Il libro è ambientato in Trentino, dove si

Vi presentiamo alcuni scatti tratti dalla rassegna fotografica “Karhu-Orso. Il respiro della foresta”, di Massimo Vettorazzi, fotografo e naturalista trentino, curata da Luca Chistè. Quattordici immagini fine-art di rara espressività e bellezza, dedicate al tema dell’orso. Massimo Vettorazzi s’interessa agli orsi e a tutto ciò che li riguarda praticamente da

di Filippo Zibordi Nei giorni scorsi, un orso ha aggredito un uomo che faceva jogging nei pressi dell’abitato di Cadine, frazione della città di Trento. L’episodio ha provocato molta legittima inquietudine nella popolazione. Vediamo di capire come è possibile evitare che simili episodi si ripetano. Si tratta del primo episodio

di Rosario Fichera   Io ho paura dell’orso. È la stessa paura – che considero utile e positiva – che provo quando scalo da primo di cordata: quell’istinto di conservazione che mi spinge a verificare l’affidabilità di un appiglio, a cercare lungo la via, come ha insegnato il grande alpinista

di Maria Cavedon L’inverno per l’orso è una stagione complessa, a causa delle temperature rigide e della mancanza di vegetali che stanno alla base della sua dieta. Per questo motivo, da novembre a marzo, l’animale rimane all’interno di una tana in uno stato di inattività più o meno completa chiamato