Nel 1933, dopo la costruzione della nuova parrocchiale, l’antica Pieve di Grigno fu sconsacrata e trasformata, prima in teatro, poi in cinematografo e alla fine in negozio, con notevoli e irreversibili danni alle strutture plastico- architettoniche e alla decorazione pittorica.