Data
Dom 23 e dom 30 settembre
Durata
Una giornata
Località
Parco nazionale dello Stelvio, Val di Pejo

POSTI ESAURITI

Una magnifica escursione nelle aree alte della val di Pejo, l’habitat ideale del nostro amico cervo, perché è proprio all’inizio dell’autunno che possiamo assistere al suo rituale di corteggiamento, tra duelli vocali – i famosi bramiti – e scontri fisici corna contro corna per la supremazia sull’harem femminile.

Escursione faunistica alla scoperta del cervo e di altra fauna del Parco (con pranzo al sacco)

1

Ore 6.15 - 6.30

Ritrovo a Cogolo presso il centro visite del Parco (1170 m.) e partenza in auto per il parcheggio di Pontevecchio (1730 m.)

2

Ore 6.45

Briefing iniziale e partenza a piedi lungo il sentiero che conduce alla Malga Verdignana. Approfondiremo i temi legati al territorio del Parco Nazionale dello Stelvio e agli habitat che di volta in volta verranno attraversati. Arrivati nei pressi della Malga Verdignana (2076 m.) il bosco si apre e inizieranno le osservazioni faunistiche per un tratto di versante di circa 4,5 chilometri (punto più in alto a 2388 m.)

3

Ore 15.00 - 15.30

Con un percorso ad anello si ritorna al parcheggio di Pontevecchio, da dove in auto si riparte per Cogolo (arrivo entro le ore 16.00)

Ritrovo Ore 6.15 al punto informazioni del Parco Nazionale dello Stelvio, piazza Municipio 4, Cogolo di Peio, Tn
Date Domenica 23 settembre
Domenica 30 settembre
Costo Adulti: 20 euro
Bambini under 12: 10 euro
Cosa indossare Abbigliamento adeguato per escursioni in montagna.
Incluso Trekking di osservazione faunistica di una giornata con guida del Parco

  Organizzazione

Non incluso Pranzo al sacco e bevande
Durata 1 giornata
Difficoltà
Media: 750 metri di dislivello e 11 km totali di percorso. L’attività richiede un buon allenamento e la capacità di camminare continuativamente in montagna.
In caso di maltempo In caso di forte maltempo annunciato l’esperienza verrà annullata e riproposta in altra data o rimborsata

Per saperne di più sul bramito del cervo leggi l’articolo di Danio Miserocchi – naturalista del Muse di Trento – sul nostro blog  e guarda le immagini fatte con la termocamera

 

Foto di Mattia Dori

cervo_Mattia_Dori