sab 13 – dom 14 giugno
Data
Tiarno di Sopra, Ledro
Località

WORKSHOP DI MACROFOTOGRAFIA ALPINA

Un workshop fotografico in montagna della durata di due giorni con il fotografo naturalista Fabio Ghisu, per imparare a catturare in uno scatto la bellezza delle praterie alpine che in questo periodo dell’anno si riempiono di fiori e di magnifiche orchidee.
Il workshop, che per l’ospitalità si affida alla struttura eco sostenibile di Casa “Scuri rossi” a Tiarno di Sopra (Comune di Ledro), ci introdurrà anche alla conoscenza del magnifico territorio delle Alpi ledrensi, parte integrante della Biosfera UNESCO “Alpi Ledrensi e Judicaria”.

fotografia naturalistica di Fabio Ghisu

Date Sabato 13 e domenica 14 giugno 2020
Costo  200 €
Incluso Organizzazione, formazione fotografica, accompagnamento, pernottamento di una notte con colazione, una cena e un pranzo al sacco presso la Casa “Scuri rossi” di Tiarno di Sopra (Ledro)
Ritrovo Sabato 13 a Tiarno di Sopra, Ledro, nel primo pomeriggio (orario da definire)
Con chi Fabio Ghisu, fotografo naturalista e guida ambientale escursionistica. Organizza corsi di fotografia naturalistica e di post-produzione, visite guidate in ambienti ricchi di flora e fauna, escursioni alla scoperta di cascate nascoste, di querce secolari, di eventi particolari come la nebbia, il foliage, la fioritura della peonia selvatica.
Requisiti e attrezzatura Il workshop è aperto a tutti. Svolgendosi in ambiente montano, è richiesta la capacità di affrontare percorsi escursionistici (il dislivello giornaliero non supererà i 400 m.).

Ogni partecipante deve essere munito di propria macchina fotografica. La più consigliata è la Reflex, ma vanno bene anche mirrorless o compatte. Sono consigliate ottiche macro, ma non disperare se non ce l’hai, noi metteremo a disposizione un obiettivo macro Canon e uno Nikon.

A chi le avesse consigliamo di portare queste cose: cavalletto leggero con una testa adeguata al corpo macchina, ideale se apribile fino a terra per le riprese dal basso; ottiche macro; ottiche corte per ambientare i soggetti e per i paesaggi; ottiche lunghe in alternativa alle macro; cavo di scatto; flash con cavetto per separarlo dal corpo macchina (assolutamente non indispensabile, cercheremo infatti di usare la luce naturale!); una coperta per potersi sdraiare e fotografare a rasoterra.

Per qualsiasi informazione telefona al numero 348 0176732 o scrivi a info@ambientetrentino.it

Tremalzo, Alpi ledrensi
uccello